Il Consiglio Direttivo in carica


Il testo dei primi tre Titoli dello Statuto di Musica Aperta

 

> L'organigramma

Composizione del Consiglio Direttivo 2017-2019:
Maurizio Signorino (Presidente)
Roberto Smanio (Vicepresidente)
Antonella Bassetti (Direttrice amministrativa)
Andrea Andreoli
Andrea Anzalone
Patrizia Elli
Antonella Ficarra
Angela Notarnicola
Roberta Sollazzi

> Lo Statuto

(Titoli 1-3)

TITOLO I - Denominazione, sede, durata

Art. 1 - E’ costituita nel rispetto del Codice Civile e della L 383/2000 l’associazione di promozione sociale denominata “Associazione culturale Musica Aperta”  (in seguito denominata l’Associazione).

Art. 2 - L’Associazione ha sede in Milano. Il Consiglio Direttivo, con una sua deliberazione, può trasferire la sede nell’ambito della stessa città, nonché istituire sedi e sezioni staccate anche in altre città.

Art. 3 - L’Associazione non ha fini di lucro e ai fini fiscali e tributari costituisce un ente non commerciale.

Art. 4 - L’Associazione ha durata illimitata nel tempo.

TITOLO II - Finalità e attività

Art. 5 - L’Associazione si propone di:

>  promuovere attività finalizzate alla realizzazione di scopi culturali, sociali,educativi, ricreativi

>  svolgere specifica attività culturale e didattica, in ambito musicale, indirizzata prevalentemente ad una utenza adulta e giovanile, per un approccio alla musica di tipo non professionistico

>  promuovere la pratica musicale soprattutto amatoriale, favorendone la diffusione anche attraverso un’offerta didattica a costi contenuti e senza limiti di accesso in relazione a prerequisiti di età o attitudine

>  promuovere la cultura musicale con particolare attenzione alla musica europea di tradizione “colta”, al jazz, alla musica popolare ed etnica e di culture extraeuropee

>   svolgere attività di ricerca su tematiche relative alla musica e alla didattica musicale; promuovere l’elaborazione di metodologie didattiche, composizioni e arrangiamenti rivolti alla pratica musicale

>  promuovere contatti con altre realtà culturali, associazionistiche e non, per la realizzazione di progetti in comune

>  promuovere contatti  con realtà istituzionali, amministrative e formative (per esempio: Comune, Provincia, Regione; conservatorio, università, istituti scolastici) per la realizzazione di attività culturali in collaborazione o attraverso convenzioni

>  promuovere attività e manifestazioni musicali  a  favore della cittadinanza e presso istituzioni o enti operanti in ambito sociale e sanitario (carceri, ospedali, centri per la cura del disagio, comunità terapeutiche ecc.)

Art. 6 – Le finalità dell’Associazione vengono realizzate:

>  attraverso l’organizzazione e la gestione di corsi di musica come attività principale dell’Associazione

>  attraverso l’organizzazione e la gestione di gruppi musicali formati da musicisti non professionisti, eventualmente con la partecipazione anche di musicisti professionisti. Tali gruppi possono essere in relazione con la scuola (essendo formati da allievi della stessa) o esserne indipendenti. L’Associazione ne promuoverà l’attività musicale e concertistica attraverso i propri contatti con istituzioni, enti, realtà culturali e sociali di vario tipo. Le prestazioni musicali e concertistiche di tali gruppi si intendono prevalentemente a titolo gratuito o con eventuali rimborsi-spese che andranno distribuiti come stabilito dal Regolamento dell’Associazione.

>  attraverso l’organizzazione di seminari, saggi, lezioni-concerto, manifestazioni culturali e musicali di vario tipo, realizzati da propri associati o da collaboratori esterni e indirizzati ai propri associati e/o a un pubblico esterno

>  mediante la realizzazione e pubblicazione di metodi didattici e testi a tema musicale, composizioni, arrangiamenti, trascrizioni, registrazioni musicali a sfondo didattico

Art. 7 - Le attività dell'associazione e le sue finalità sono ispirate a principi di pari opportunità tra uomini e donne e rispettose dei diritti inviolabili della persona.

Art. 8 - L'Associazione per il perseguimento dei propri fini istituzionali si avvale prevalentemente delle attività prestate in forma libera e gratuita dagli associati. In caso di particolare necessità, può assumere lavoratori dipendenti o avvalersi di prestatori di lavoro autonomo o professionale, anche ricorrendo a propri associati.

TITOLO III   -   Soci

Art. 9 –  Possono far parte dell'associazione le persone fisiche e giuridiche che ne condividono gli scopi.

I Soci si distinguono in:

-          Soci fondatori

-          Soci ordinari

-          Soci ordinari di diritto

-          Soci sostenitori

-          Soci onorari

Sono Soci fondatori coloro che hanno preso parte alla costituzione dell’Associazione. La loro adesione non è soggetta ad iscrizione annuale.

Sono Soci ordinari coloro che presentano domanda al Consiglio Direttivo per aderire all’associazione e versano la quota associativa annuale. L’adesione ha effetto, per tutto l’esercizio sociale in corso, dopo l’accettazione insindacabile della domanda e il versamento della quota associativa annuale.

Sono Soci ordinari di diritto i docenti dei corsi musicali, esentati dal pagamento della quota associativa annuale.

Sono Soci sostenitori coloro che presentano domanda al Consiglio Direttivo per aderire all’associazione e versano volontariamente a titolo di sostegno all’Associazione una quota associativa annuale superiore a quella richiesta ai soci ordinari, in misura minima stabilita dal Consiglio Direttivo per accedere alla qualifica di soci sostenitori. L’adesione ha effetto, per tutto l’esercizio sociale in corso, dopo l’accettazione insindacabile della domanda e il versamento della quota associativa annuale.

Sono Soci onorari coloro che vengano nominati tali dal Consiglio Direttivo per avere fornito o fornire un particolare contributo alla vita dell’associazione, per esempio con donazioni di rilevante entità o di beni fisici atti ad entrare a far parte del patrimonio dell’Associazione, o con considerevoli prestazioni artistiche, didattiche, organizzative; o per essersi distinti particolarmente nel campo musicale, culturale e artistico. I soci onorari sono esonerati dal pagamento della quota annuale.

Il Consiglio Direttivo può istituire altre categorie di soci. Può anche accogliere l’adesione di persone giuridiche nella persona di un solo rappresentante designato con apposita deliberazione dell’istituzione interessata.

Art. 10 - L'ordinamento interno dell'Associazione è ispirato a criteri di democraticità ed uguaglianza dei diritti di tutti gli associati, e in particolare tra uomini e donne e tra individui di razza, religione, condizione economica diversa. Le cariche associative sono elettive e tutti gli associati possono esservi nominati. Ciascun socio ha diritto di voto, senza regime preferenziale per categorie di soci.

Art. 11 - I soci hanno il diritto:

- di partecipare alle Assemblee e di votare direttamente, ma non per delega

- di votare per la nomina degli organi direttivi dell'associazione

- di conoscere i programmi con i quali l’associazione intende attuare gli scopi sociali

- di partecipare alle attività promosse dall’associazione

- di usufruire di tutti i servizi dell’associazione

- di dare le dimissioni in qualsiasi momento senza oneri economici

Art. 12 -  Gli associati sono tenuti al rispetto dello Statuto, dell’eventuale regolamento interno e delle deliberazioni prese dagli organi sociali.

Art. 13 -  Le condizioni di cessazione di appartenenza dei Soci all’Associazione sono le seguenti:

-  I Soci ordinari e i Soci sostenitori sono esclusi dall’Associazione in seguito a inadempienza nel pagamento della quota associativa per l’esercizio sociale in corso, o per contegno contrastante con gli scopi e le finalità statutarie.

- I Soci onorari e i Soci ordinari di diritto sono esclusi dall’Associazione per contegno contrastante con gli scopi e le finalità statutarieLa decadenza per esclusione a causa di contegno contrastante con gli scopi e le finalità statutarie è deliberata dal Consiglio Direttivo a maggioranza assoluta. Deve essere comunicata al socio assieme alle motivazioni che hanno dato luogo all'esclusione. Soci receduti e/o esclusi che abbiano cessato di appartenere all'associazione, non possono richiedere la restituzione dei contributi versati, né hanno diritto alcuno sul patrimonio dell'associazione.

Il Socio può appellarsi all’Assemblea dell’Associazione, mediante richiesta fatta entro 30 giorni al Presidente; l’Assemblea delibera, entro 60 giorni dalla richiesta, la conferma o meno della decisione del Consiglio Direttivo. Tale delibera è inappellabile.


 

 
Sede didattica: Liceo musicale Tenca, Bastioni di Porta Volta 16 - Milano
 info@musicaperta.it  FB    
tel349 4395298 (lun-ven 18.30-20.00)   
  Site Map