Eventi > Archivio 2007-08


Riportiamo gli eventi più significativi organizzati da Musicaperta nel corso dell'anno 2007-2008.


SAGGIO DI FINE ANNO

Giovedì 12 giugno, al Teatro Rosetum (via Pisanello 1, Milano), a partire dalle 20.15 si svolgerà il saggio di fine anno. Si tratterà anche di una festa e di una occasione per ascoltare musica e incontrarsi. Pertanto invitiamo tutti a partecipare, anche chi non è direttamente coinvolto come esecutore, e a estendere l’invito ad amici e a conoscenti.
Prima del saggio, la sala sarà disponibile per il sound check con il seguente orario:
Coro e strumenti aggiunti: 18.40-19.00
Laboratorio pop: 19.00-19.20
Laboratorio jazz (ins. Della Fonte): 19.20-19.40
Laboratorio jazz (ins. Franzini): 19.40-20
Strumentisti vari e montaggio di strumenti: 17.30-18.40
Scarica il
programma.


GREEN JAZZ - LABORATORIO ESTIVO DI MUSICA D'INSIEME JAZZ

Torna per il terzo anno il laboratorio che si svolgerà sulle colline di Brisighella (Ravenna) dal 13 al 16 giugno.
Sarà condotto dal pianista e compositore, nonché insegnante di Musica Aperta, Antonio Zambrini, eventualmente affiancato dal sassofonista Maurizio Signorino, anch'egli docente di Musica Aperta, nel caso di una consistente presenza di strumenti a fiato.
E' rivolto a strumentisti e cantanti interessati ad avviare o arricchire un'esperienza pratica nel campo del jazz e della musica improvvisata. Per partecipare è sufficiente una conoscenza di base delle nozioni musicali e dello strumento o della voce.
Info e iscrizioni: Musica Aperta – info@musicaperta.it – 349 4395298 - POSTI LIMITATI
Scarica il
volantino.


INCONTRI CON LA MUSICA POPOLARE ITALIANA

Venerdì 11 aprile, alle 21, due lezioni-concerto sulla musica della Sicilia, della Lombardia e della Sardegna, nell'Aula Magna dell'Istituto Tenca. Ingresso libero.
Scarica il
volantino.


STAGE DI CANTO JAZZ - IL BEBOP
condotto da Daniela Panetta

Mercoledì 23 e giovedì 24 aprile 2008 – ore 19.30-22.30
Quota di partecipazione: 60 euro
Programma:
Introduzione allo stile, analisi armonica dei Rhythm Changes, scelta di due temi famosi del bebop e analisi, improvvisazione.
Info e iscrizioni: Musica Aperta – info@musicaperta.it – 349 4395298 - RIMANDATO A DATA DA DEFINIRE!
Scarica il
volantino.


LABORATORIO DI IMPROVVISAZIONE FRA MUSICA E MOVIMENTO
tenuto da Filippo Monico (musicista) e Cristina Negro (danzatrice).

Lunedì 3, martedì 4, mercoledì 5 marzo – ore 19.00-22.00
Quota di partecipazione: allievi di Musica Aperta 55 euro; esterni 75 euro (tessera compresa)
Programma:

Rivolto a musicisti e cantanti, praticanti musica classica, jazz, popolare o pop/rock, senza esperienza nell’improvvisazione musicale, il laboratorio è aperto anche agli esterni e, inoltre, ad attori danzatori ed educatori.
Sollecitato da semplici proposte ogni partecipante potrà arricchire il proprio bagaglio musicale, scoprire altre modalità di suonare il proprio strumento, esplorare la ricerca sul suono, indagare la propria capacità di ascolto di sé e di relazione con gli altri. La sensibilità, l’intuizione, la velocità di reazione, l’autenticità, la concentrazione e l’ascolto sono i principali campi di azione dell’improvvisazione. Durante il laboratorio si alterneranno momenti di “teoria e tecnica” improvvisativa – fondamentali per trovare i propri materiali espressivi - e momenti di “composizione istantanea”. Si lavorerà in solo, duo, trio, gruppo. Ogni incontro avrà una parte dedicata al corpo e al suo “riscaldamento” in funzione del lavoro con/sulla musica: il laboratorio è aperto non solo a musicisti, anche alle prime armi, ma anche ad attori, danzatori, educatori.
Due parole in più: il termine improvvisazione non deve far pensare automaticamente al jazz o a musiche affini, né alle pratiche in uso in molte tradizioni orali: esiste infatti un’altra tradizione più recente che prende le mosse dal free jazz e da alcune esperienze delle avanguardie europee (la musica aleatoria, ma anche la cosiddetta “musica intuitiva”) e che intende l’improvvisazione in un senso molto più radicale, quasi letterale: improvvisare non vuol dire confrontarsi attivamente e creativamente con strutture già date, ma affrontare “un salto nel vuoto” dove nulla è deciso in anticipo e dove l’incontro e la capacità di entrare in relazione con l’altro, la curiosità e la voglia di sperimentare assumono un ruolo centrale. La capacità di mettersi in gioco in un campo così aperto richiede, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, un training molto rigoroso e una grande autodisciplina.
Info e iscrizioni: Musica Aperta – info@musicaperta.it – 349 4395298

STAGE DI CANTO JAZZ - LO SWING: PREPARAZIONE DELLO STANDARD
condotto da Daniela Panetta

Mercoledì 23 e giovedì 24 gennaio 2008 – ore 19.30-22.30
Quota di partecipazione: 60 euro
Programma:
Studio del tema, analisi armonica, improvvisazione tematica e armonica. Verranno presi come esempio due standard "storici" e analizzati.
Info e iscrizioni: Musica Aperta – info@musicaperta.it – 349 4395298
Scarica il
volantino.


FUSILLI & BEMOLLI
Cena natalizia con contorno di musica

Venerdì 21 dicembre - Ore 20
Arci Metromondo - Via E. Ponti, 40 (zona Naviglio Grande)
Quota di partecipazione: 15 euro - Numero di posti limitato.
Per mangiare, bere e fare musica, dall’antipasto al panettone, passando da Ellington e Coltrane.
Goloso dessert musicale offerto dagli insegnanti a suono di jazz e jam session finale aperta a tutti.
Se vuoi unirti, porta lo strumento. E porta pure con te chi vuoi !
Conferma la tua presenza prima possibile inviando una mail a: info@musicaperta.it o nelle sere di lezione lasciando il nome presso la nostra custode.
Scarica il
volantino.


CONCERTO-LEZIONE PER FLAUTI DOLCI ED ELETTRONICA
Tenuto da Antonio Politano e dagli allievi della sua classe di flauto dolce del "Conservatoire de Lausanne-Haute Ecole de Musique”

Mercoledì 19 dicembre – ore 21
Musica Aperta - Aula Magna Istituto Tenca
Bastioni di Porta Volta 16 – Milano
Ingresso libero
Musiche di: Paolo Perezzani, Andrea Sarto, Georg Nussbaumer, Junghae Lee, Giorgio Netti, Alessandro Pivetti, Franco Venturini.
Esecutori: Antonio Politano, Lorenzo Lio, Monica Lopez Lau e Simone Schmid, flauti dolci e flauti Paetzold. Tecnico del suono: Alessandro Ratoci.
Antonio Politano
Antonio Politano è da tempo riconosciuto come uno dei più importanti specialisti del suo strumento, che impiega prevalentemente nel contesto della musica di ricerca e che, grazie anche al suo contributo, ha rivelato, proprio in questo campo, una ricchezza espressiva e tecnica nuova e del tutto inaspettata.
Accanto ai tradizionali flauti dolci Politano impiega abitualmente i flauti Paetzold: flauti a becco a pianta quadrata che grazie al canneggio chiuso possono raggiungere suoni gravissimi altrimenti impossibili da ottenere.
In quest'occasione Politano e i suoi allievi proporranno un programma che è il frutto di una collaborazione fra il Conservatorio di Losanna e quello di Bologna e che, accanto a brani di compositori già affermati come Paolo Perezzani, Giorgio Netti, Georg Nussbaumer e Junghae Lee, prevede l'esecuzione di brani di allievi di quest'ultimo istituto realizzati appositamente per e in collaborazione con la classe di flauto dolce del Conservatorio di Losanna.

Info: Musica Aperta – info@musicaperta.it – 349 4395298
Scarica il
programma.



STAGE DI IMPROVVISAZIONE VOCALE SUL BLUES
Condotto da Daniela Panetta

Mercoledì 28 e giovedì 29 novembre – ore 19.30-22.30
Quota di partecipazione: 60 euro
Programma:
Blues maggiore e minore, tune notes, costruzione linea di basso, armonizzazione a cappella, fonemi scat sui temi blues più noti, improvvisazione ritmica, melodica e armonica.
Daniela Panetta
Si avvicina al mondo del Jazz nel 1989 grazie all’incontro con la grande vocalist Roberta Gambarini, che diventa sua insegnante di canto. Ha poi frequentato corsi e seminari di specializzazione e improvvisazione del canto jazz con: Marc Murphy, Bob Stoloff, Rachel Gould, Sheila Jordan, Michele Hendricks, Jay Clayton. Nel 1992 il sassofonista compositore Sandro Cerino le affida la realizzazione di propri brani musicali; inizia così una lunga collaborazione che sfocerà nella fondazione del duo Ampio Respiro, con cui si esibisce in trasmissioni radiofoniche e televisive, rassegne e festivals jazz in Italia e all’estero. Nel 1993 viene scelta dal M° Giorgio Gaslini per il quintetto vocale italiano “Le Pause del Silenzio” con cui vive anni di successi internazionali tra festivals jazz e teatri, aggiudicandosi il “Premio Cetra” nel 1998. Nel 1994 affianca la vocalist Paola Luffarelli nel quintetto Vocaland che propone un repertorio di jazz moderno con una ritmica di rilievo composta da S. Bassi, R. Piccolo e T. Arco. Il gruppo ha un’intensa attività concertistica e partecipa a rassegne, festivals e concorsi ottenendo diversi riconoscimenti in ambito nazionale (Summertime Jazz – Prato, Arcore Jazz) e internazionale.
L’esperienza nel mondo del Jazz si fa sempre più intensa, incontrando autorevoli nomi come: M. Rusca, R. Sellani, L. Terzano, G. Prina, R. Bonati, F. Boltro, D. Di Gregorio, A. Cappelletti, M. Brioschi, P. Brioschi, G. Cazzola, V. Marinoni, M. Dietrich, R. Migliardi, F. Bernasconi, M. De Aloe, F. Faraò, M. Vaggi, T. Mangialajo, G. Visibelli. Si intensifica anche l'attività in altri ambiti musicali: grazie all’incontro con Carmelo La Bionda della LaBionda Production, diventa consulente vocale del Logic Studio di Milano dove collabora anche alla realizzazione di cd, jingle pubblicitari e colonne sonore. Con il duo Ampio Respiro trova spazio anche in ambito tetrale con uno spettacolo che spazia dalla musica jazz a quella popolare, dall'etnica alla classica. Partecipa, sempre con Ampio Respiro, al Festival internazionale del flauto e, nel 2005, l’attività concertistica del duo trova grande consenso da parte della critica (Festival Jazz Rivoltainmusica Jazz 2005)
Nel 1999 il chitarrista compositore Antonio Scarano le affida la realizzazione di propri brani e successivamente la coinvolge nel trio “Vesuview Jazz” che propone, su arrangiamenti dello stesso Scarano, una rilettura in chiave jazz di brani della tradizione napoletana. Nel 2003 realizza in qualità di voce solista e corale l’opera contemporanea Metrò Nivasci sulla musica di A. Scarano e i testi di V. Pezzella. Dal 2000 al 2002 è impegnata con Paolo Conte nella tournèe internazionale Ratzmatazz.
Dalla metà degli anni '90 insegna canto jazz e coro presso i CPSM (Corsi popolari serali di musica presso il Conservatorio G. Verdi di Milano) e la Scuola Civica di Trezzano S/N e tiene seminari sulla tecnica vocale del Canto Naturale sia in ambito musicale che attorale. Dal 2005 è assistente di Michele Hendricks e insegnante di canto jazz al workshop internazionale di improvvisazione jazz a Spoleto per la Shymposium Arts of New York.

Info e iscrizioni: Musica Aperta – info@musicaperta.it – 349 4395298
Scarica il
volantino.


MASTERCLASS DI VIOLINO JAZZ
Con Luca Ciarla

Giovedì 29 novembre – ore 17.30-19.30
Quota di partecipazione: 25 euro
(+15 euro di tessera per chi non è iscritto a Musica Aperta)
Uditori: 15 euro di tessera (gratis per chi gli iscritti a Musica Aperta)

Violinista, pianista e compositore, Luca Ciarla è uno degli artisti più originali della sua generazione. La sua musica affonda le proprie radici nella musica jazz contemporanea ma si colora di raffinate influenze provenienti dall’etnica e dalla musica classica, dando vita ad un nuovo affascinante sound acustico che lo ha portato ad esibirsi in Australia, Danimarca, Germania, Malesia, Hong Kong, Messico, Inghilterra, Francia, Albania, Macao, Scozia, Slovenia, Svizzera e in tutti gli Stati Uniti. “Luca Ciarla ha stregato il pubblico della classica, del jazz e del folk con la sua originalità.” Cover Magazine (Hong Kong)
Nato a Termoli, in Molise, inizia a suonare il violino e il pianoforte all’età di otto anni. A dodici anni studia già al conservatorio e comincia ad esplorare il jazz e l’improvvisazione. Si diploma in violino nel 1993 e successivamente studia presso la Scuola di Musica di Fiesole e la Scuola di Alto perfezionamento di Saluzzo. Nel 1996 si trasferisce negli Stati Uniti per seguire un master presso l’Indiana University e per studiare jazz con David Baker. Successivamente porta a termine anche un dottorato in campo musicale presso l’Università dell’Arizona dove insegna violino ed improvvisazione per alcuni anni. Vincitore di vari concorsi in Italia e all’estero, è stato premiato nel 1999 dalla prestigiosa organizzazione newyorkese Chamber Music America.
Luca Ciarla ha registrato circa dieci dischi, collaborando con varie etichette discografiche tra cui Alfamusic, Violipiano, Egea, Felmay e Camjazz. Essendo così versatale, ha lavorato nel mondo della classica, del jazz, dell’etnica e persino nel rock, con musicisti del calibro di Daniele Sepe, Greg Cohen, Joshua Bell, Edgar Mayer, Daniele Scannapieco, Danilo Rea, Sylvain Gagnon, Simone Zanchini, Lello Pareti, Marco Siniscalco, Marina Rei, Mimmo Locasciulli, Luciano Biondini, Fabrizio Bosso, Sergio Cammariere, Rodolfo Maltese, Paola Turci e molti altri. Fondatore e direttore della Violipiano Arts, casa di produzione artistica che ora risiede a Vasto, in Abruzzo, Luca è anche il direttore artistico di vari festival internazionali come Due Sponde un Mare, HeArt of ITaly e del Violipiano Festival.

Info e iscrizioni: Musica Aperta – info@musicaperta.it – 349 4395298
Scarica il
volantino.


MASTERCLASS DI CHITARRA JAZZ
Con Luigi Tessarollo

Giovedì 29 novembre – ore 17.30-19.30
Quota di partecipazione: 25 euro
(+15 euro di tessera per chi non è iscritto a Musica Aperta)
Uditori: 15 euro di tessera (gratis per chi gli iscritti a Musica Aperta)

Figura consolidata nel panorama jazz nazionale, il musicista di Torino, Luigi Tessarollo, ha tenuto concerti in U.S.A. (New York e Boston), in Europa (Festival International de Liege, Gouvy Festival, Comblain La Tour - Belgio, Grenoble Jazz Festival, Radio Nazionale Svizzera, RAI Italiana,Ajaccio Jazz….) e nei più prestigiosi Festival italiani (…Umbria Jazz, JVC Festival, Jazz & Image a Roma, Festival Internazionale di Cagliari, Verona Jazz Festival, EuroJazzFestival d'Ivrea, Jazz In'It di Vignola,Clusone Jazz, Bordighera Jazz & Blues…).
Ha collaborato spesso, in progetti stabili, con la maggior parte dei più noti musicisti Jazz di tutta la penisola e con numerosi artisti stranieri di fama internazionale (Lee Konitz, Slide Hampton, George Garzone, con cui ha collaborato per circa dieci anni, esibendosi già nel 1993 al Regattabar di Boston quali vincitori nella rassegna Best of Boston Jazz Search) Barry Harrys, Larry Schnider, Bob Gullotti, Hal Stein, Bob Porcelli, Douglas Yates, Matt Wilson, Rachel Gould, (con la quale si esibisce regolarmente.da qualche anno).... Nel '97 fonda il Mediterranean Trio con Dario Deidda al fretless ed il compianto Alex Rolle alle percussioni, con cui realizza, dopo alcuni anni di presenze in festival e rassegne specializzate, il CD omonimo per Bonandrini. Attualmente il Trio si è evoluto in un progetto che fonda le esperienze e le ricerche di numerosi anni di lavoro sia come leader che come compositore.
Dall'inizio del '99 al 2002 è impegnato nel quartetto con Adam Nussbaum (batterista di Michael Brecker, John Scofield, John Abercrombie, Gil Evans, Carla Bley...), Riccardo Fassi e Paolino dalla Porta con cui ha all'attivo 4 tournée e la pubblicazione del cd "Bemsha". Nel Novembre del '98, in duo con Stefano Bollani, parte il progetto dedicato a Bill Evans e Jim Hall, da cui il CD omonimo registrato dal vivo in Svizzera per la Radio Nazionale. Nel 2000 nasce l'Italian Standards Trio con Manhù Roche alla batteria e Ares Tavolazzi al contrabbasso. Da menzionare inoltre l'ideazione del quartetto Passage con Maurizio Giammarco, Dean Johnson e Ron Vincent (già ritmica di Gerry Mulligan) con cui ha inciso due CD e si è esibito in Festival Internazionali e in cinque tournée; nel 1991 l'invito a rappresentare, con composizioni proprie, il jazz italiano al Grenoble Jazz Festival, e nel 1995 la sua presenza come chitarrista nell'Orchestra Nazionale dei Musicisti Jazz Italiani. Nel 2004 la Regione Piemonte e il Premio Grinzane Cavour per la prima volta contribuiscono alla realizzazione di un lavoro ad indirizzo jazzistico “Musica del Piemonte tra passato e presente”: un progetto discografico di Tessarollo in collaborazione con Fulvio Chiara, primo e unico lavoro discografico realizzato con chitarra classica e tromba. Il disco contiene rielaborazioni originali di materiale compositivo mutuato dalla storia della canzone piemontese ed è impreziosito da un libricino di ben 50 pagine con commenti e note di scrittori Piemontesi quali Luciana Littizzetto, Bruno Gambarotta, Giuseppe Culicchia, Gipo Farassino…
Copiosa è la sua attività di compositore: circa 120 brani tutelati dalla S.I.A.E. di cui circa 60 editi e pubblicati su CD. Molti dei suoi dischi, incisi in gran parte come leader, sono distribuiti in Europa, in U.S.A. e in Giappone. Nel 2005 la casa editrice musicale Carish pubblica alcune composizioni di Tessarollo nel libro “Italian Jazz Real Book” , raccolta di brani dei compositori di jazz più significativi in Italia. Nel 2006 gli viene affidata la direzione artistica del Rivarolo Jazz Guitar Festival. Le sue numerose esperienze formative, sia culturali (studi musicali in India, in Turchia, incontri con grandi maestri del jazz come Jim Hall, John Scofield, Dave Holland; Diploma di Musica Jazz al conservatorio di Alessandria, studi di musica classica con M.Dell'Ara e A.Gilardino, Diploma di Chitarra Classica), sia professionali (chitarrista della RAI-TV nei primi anni ottanta, trasmissioni televisive su reti nazionali, collaborazioni con A.Martelli, concerti con Gloria Gaynor...) lo hanno reso un musicista completo e di consolidata esperienza. La sua personalità artistica è poliedrica ed ecclettica, ricca di più scelte espressive che si riflettono in special modo nelle proprie composizioni e nell'utilizzo di sonorità diverse sia totalmente acustiche sia coadiuvate da processori elettronici.

Info e iscrizioni: Musica Aperta – info@musicaperta.it – 349 4395298
Scarica il
volantino.

 
Sede didattica: Liceo musicale Tenca, Bastioni di Porta Volta 16 - Milano
 info@musicaperta.it  FB    
tel349 4395298 (lun-ven 18.30-20.00)   
  Site Map